Papà gambalunga

free glitter text and family website at FamilyLobby.com

papagambalunga

Jerusha Abbot è una trovatella, abbandonata in fasce dai suoi genitori. Non si sa nulla della sua famiglia: il suo cognome è stato preso a caso dall’elenco telefonico (Abbot è nella prima pagina) e il suo nome da una tomba del vicino cimitero.

Alla soglia dei 18 anni, terminate le scuole superiori, la ragazza sembra ormai destinata a rimanere nell’orfanotrofio come istitutrice, ma un ignoto e ricco membro del consiglio dell’istituto, colpito dal suo talento nello scrivere,  decide di diventare suo tutore e le offre la possibilità di frequentare l’università. L’ignoto benefattore che desidera rimanere anonimo (si farà chiamare John Smith) pone come unica condizione che Jerusha gli scriva periodicamente per tenerlo al corrente dei suoi progressi nello studio e nella vita. L’unica immagine che la ragazza ha di questo eccentrico personaggio, è la sua lunga ombra dalle gambe sottili proiettata contro una parete dalla luce radente dei fari della sua automobile: la ragazza deciderà quindi di soprannominare il suo tutore “Papà Gambalunga..

Ma presto si accorgera che il suo papa’ non e’ quello che sembra ma qualcuno molto vicino a lei ma ancora sconosciuto….. non vi faccio perdere la sorpresa cosi’ sto zitto