Nadja Applefield

La storia è ambientata agli inizi del XX secolo. Nadja è una ragazza vivace, graziosa ed allegra, affidata da neonata all’orfanotrofio di Applefield, situato nella città di Huntington[1] (Staffordshire), vicino Londra, in Inghilterra. Nell’orfanotrofio Nadja trova molti amici e scopre un precoce talento musicale. Durante tutta la sua vita aveva sempre creduto che i suoi genitori fossero morti, ma poco prima del suo tredicesimo compleanno scopre che la madre è ancora viva, grazie ad un pacco ricevuto, che contiene tra l’altro il diario della madre e l’abito indossato al suo primo ballo. Costretta ad abbandonare l’orfanotrofio perché inseguita da due loschi individui che vogliono rubarle la spilla che porta sempre con sé, unico ricordo della madre, la ragazza intraprende un lungo viaggio al seguito di una compagnia di artisti girovaghi, la compagnia Dandelion, che la porterà in tutta Europa alla ricerca della madre perduta.