Lucy May

luci-may-cartoni-animati

 

È il 7 novembre 1827 quando la famiglia Popple, composta da Arthur, Annie e i figli Clara di sedici anni, Ben di quindici, Kate di dieci, Lucy May di otto e Tob di due anni, sbarcano nel sud dell’Australia provenienti dall’Inghilterra, dopo un lungo viaggio di tre mesi. Sono solo pochi anni che è iniziata la colonizzazione di questo immenso territorio, e la famiglia Popple spera di farsi una nuova vita in Australia, attratta dal miraggio di terreni distribuiti gratuitamente dal governo ai coloni che ne facciano richiesta. Arthur è infatti un agricoltore e il suo sogno è quello d’impiantare una grande fattoria per poter utilizzare tecniche innovative di coltivazione e trasformarla in breve tempo in un’azienda agricola modello.

Fin dall’inizio la famiglia deve però fare i conti con la dura realtà. La società che trova allo sbarco in Australia, lungi da essere organizzata e pronta ad aiutare i coloni nel loro difficile inserimento, è piuttosto carente d’infrastrutture e rallentata dalla burocrazia.

Arthur si rende ad esempio presto conto che non potrà trasportare dall’approdo della nave fino alla città di Adelaide l’ingombrante casa prefabbricata che si era portato dall’Inghilterra a causa della cronica carenza di mezzi di trasporto: sarà quindi costretto a venderla all’odioso signor Petiuell con grande rammarico di tutti i familiari. Inoltre l’assegnazione dei terreni da parte del governo procede a rilento e la famiglia Popple si dovrà accontentare di vivere in una piccola casetta alla periferia di Adelaide.

Una volta completato il trasloco sarà necessario ampliare la casetta, scavare un pozzo e costruire una casa di mattoni per Ben e il dott. Deighton.

In attesa di tempi migliori Arthur Popple dovrà accettare qualsiasi lavoro per poter mantenere la sua numerosa famiglia: è un provetto agricoltore, ma sarà costretto a lavorare in cave di pietra e alla costruzione delle strade.

Intanto Lucy May e sua sorella Kate vanno alla scoperta di questo nuovo meraviglioso mondo: Lucy May ama moltissimo gli animali ed ogni giorno ha una nuova sorpresa nel vedere creature strane e sconosciute e nell’incontrare i misteriosi indigeni australiani. Vorrebbe poter allevare tutti gli animali che incontra durante le sue giornate spensierate: (koala, canguri, ornitorinchi), e finalmente riuscirà ad ottenere il permesso dal padre di poter tenere un cucciolo di dingo che chiamerà Piccolo e che diventerà il suo cane fedele.

Piccolo cresce in fretta e con l’addestramento di Lucy May dimostrerà la sua fedeltà e intelligenza salvando la vita al signor Long e proteggendo più volte l’agnellino di Lucy May dalle aggressioni del cane dei Petiwell.

Finalmente Arthur trova una fattoria da acquistare e porta la sua famiglia a vedere il podere. Tutto va a meraviglia e persino la notizia dell’arrivo imminente di John, il ragazzo di Clara, è di buon auspicio alla vigilia del primo anno passato in Australia. Tuttavia nel giorno della firma del contratto, il signor Petiwell, per vendicarsi della morte del suo cane Happy, acquista la proprietà ad un prezzo maggiore infrangendo il sogno di costruire la più grande fattoria dell’Australia del Sud.

Passa il tempo e lentamente la famiglia s’inserisce nella società di Adelaide: la sorella maggiore Clara lavorerà nel panificio della signora Mac, Ben troverà lavoro presso gli uffici della dogana e Lucy May comincerà ad andare a scuola.

fonte: wiky