Il Castello Errante Di Howl

Il castello errante di Howl(ハウルの動く城 Hauru no ugoku shiro?) è un film d’animazione giapponese del 2004, diretto da Hayao Miyazaki e prodotto dallo Studio Ghibli. La sceneggiatura è adattata dal romanzo omonimo del 1986 di Diana Wynne Jones, pubblicato in Italia nel 2013 da Kappalab.

cartoni-animati

 

Il film presenta molte delle caratteristiche tipiche delle opere di Miyazaki: ha come protagonista una ragazza, come Nausicaä della Valle del vento, La città incantata, Laputa – Castello nel cielo e Kiki consegne a domicilio, ed ha un’ambientazione che ricorda nei vestiti e nell’architettura l’Europa degli inizi del Novecento, ma in un mondo in cui è presente la magia. Gli avvenimenti si svolgono in una nazione fantastica che ricorda l’Alsazia degli anni precedenti alla prima guerra mondiale. Molti edifici delle città sono identici a quelli della città alsaziana di Colmar, che Miyazaki ha riconosciuto come fonte di ispirazione per l’ambientazione del film. L’ambientazione che riecheggia la Vienna imperiale dell’800, nonché le automobili e le macchine da guerra volanti che vi si vedono, tutte mosse dalla forza del vapore, caratterizzano l’opera come appartenente al filone steampunk.

È stato presentato in concorso alla 61ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, conquistando il Premio Osella per il migliore contributo tecnico. È uscito nelle sale italiane solo l’anno successivo (il 9 settembre 2005) in concomitanza con la 62ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, durante la quale Miyazaki è stato premiato con il Leone d’oro alla carriera, unico regista di film d’animazione a conquistare sia l’Oscar che il Leone d’Oro.

Il castello errante di Howl si trova alla posizione numero 230 della classifica dei “500 migliori film della storia” della rivista Empire

fonte: wikipedia