Cappuccetto Rosso Fiaba

Fiaba


C’era una volta una bambina con una mantellina di colore rosso sempre indosso, gli abbitanti del piccolo villaggio la soprannominarono Cappuccetto Rosso… Un Giorno la mamma chiese a cappuccetto di portare delle cibarie alla nonna che era molto malata, però gli pregò di stare attenta mentre passava nel bosco e di tornare indietro se avesse visto degli animali selvatici, la bimba annuì prese il cestino e si incamminò verso la casa della nonnina… Ma nel bosco nascosto dietro ad un albero il lupo la spiava poi con un balzo gli salto accanto e chiese alla bambina dove era diretta la piccola bimba con voce tremolante gli rispose che stava andando dalla nonna che abbitava al di là del bosco, allora il lupo furbo gli fece vedere un piccolo viale dicendo alla bimba che sarebbe arrivata prima. Ma le intenzioni del lupo erano altre corse a più non posso e arrivo nella casetta della povera nonna di Cappuccetto con un balzo saltò sul letto e se la mangiò, poi indossò la vestaglia da notte la cuffia e si mise nel letto della nonna… Intanto Cappuccetto arrivò sulla soglia della porta busso e dall’altra parte il lupo fece una vocina piccola piccola e le disse di entrare, La bimba si avvicinò al letto e gli disse : ” Che muso lungo che hai nonnina e che occhi grandi che hai!!” Il lupo rispose ” O gli occhi grandi per vederti meglio e il mio muso e così lungo per darti dei bei bacini”  La bimba non contenta chiese :” E che mani grandi che hai e che bocca enorme che hai nonnina” Il lupo rispose per l’ultima volta alla bimba ” Ho le mani così grandi per accarezzarti meglio e la bocca per mangiarti meglio!!! Con una zampata prese la piccola e la mangiò… Intanto lì vicino passava un cacciatore che sentendo la piccola urlare corse verso la casetta, lì trovò il lupo con una panciotta grandissima con bravura lo sparò e lo uccise poi prese il coltellino dalla tasca e taglio la pancia del lupo ormai morto e dalla pancia uscì la nonna e Cappuccetto rosso che ringraziarono il cacciatore con doni e festa…