Fancy Lala

 

 

Fancy Lala-CARTONI-ANIMATITokyo, primavera 1998, inizio dell’anno scolastico. Miho Shinohara, 9 anni, alunna di terza elementare della Fujigaoka School, è una bambina sognatrice un po’ annoiata dalla realtà e che, forse anche per questo, ama molto disegnare e leggere manga. Dopo la scuola, recandosi in un negozio a cercare dei retini per i suoi disegni, Miho si imbatte in due buffi pupazzi dalle sembianze di piccoli dinosauri che poi in realtà si riveleranno essere due creature provenienti dal mondo Memoria del tempo. Accusata dal proprietario del negozio di voler rubare i due animaletti (Attaccatisi in realtà da soli al suo zainetto), Miho verrà “scagionata” da un misterioso quanto bizzarro signore dal look un po’ retrò, con bombetta e valigia al seguito, che pagherà i due “pupazzi” per la ragazzina dicendole di tenerli con sé. Quella sera stessa, mentre Miho ricorda di aver già visto quell’uomo nel sogno fatto la notte precedente, i due strani esseri di nome Pig e Mog rivelano alla bambina di essere capitati per qualche motivo in quella dimensione chiedendole pertanto di poter rimanere con lei fino a che non riusciranno a tornare indietro; in cambio della sua ospitalità le due creature donano così a Miho una penna e un album da disegno magici con cui sarà in grado di trasformare i disegni in realtà e lei stessa in un’adolescente di 15-16 anni. Entusiasta la bambina proverà subito gli strani poteri, disegnando sull’album gli stessi abiti che aveva creato per l’ultimo dei suoi personaggi cartacei, da lei stessa chiamato Fancy Lala, per poi indossarli una volta divenuta adulta.Fancy Lala-CARTONI-ANIMATI

Il giorno dopo Miho non resiste al desiderio di recarsi, nelle vesti di Lala, ad Harajuku, quartiere giovane di Tokyo noto per la presenza di talent scout in cerca di nuovi potenziali Idol. Senza nemmeno farlo apposta la ragazzina non solo sarà notata, ma si troverà direttamente a salvare in extremis la reputazione della piccola agenzia di modelle e spettacolo Lyrical Production, diretta da un ex modella di nome Yumi Haneishi.

Lala debutta così nel mondo dello show business da prima come semplice fotomodella per poi divenire, dopo una gavetta fulminante, anche Idol. In soli 6 mesi Fancy Lala arriverà in effetti a far uscire il suo primo disco con tanto di concerto per la sorpresa dei suoi già affermati colleghi, Miki Yumeno e l’idolatrato Hiroya Aikawa.Fancy Lala-CARTONI-ANIMATI

Giunti al giorno dell’annunciato primo concerto, la ragazzina inizierà a porsi i primi dubbi sul vero futuro di Lala: farà carriera e crescerà in parallelo con Miho? A tale domanda i due folletti non sembrano riuscire a dare una risposta, come d’altronde non riescono per tutta la vicenda nemmeno a sapere il completo funzionamento dei poteri magici dati alla ragazzina o chi sia in realtà l’uomo con la bombetta che la bambina chiama “Mr. Mistero”. Entrambe Pig e Mog sembrano solo sapere che nel passato erano creature gigantesche e che possono decidere di tornare su Memoria del tempo quando vogliono perché il tempo, non finendo mai, li aspetterà sempre.

Nonostante i forti dubbi di Miho nel voler debuttare come cantante nei panni di Lala, alla fine deciderà di tenere il concerto al quale assisterà anche la sua famiglia. Il giorno dopo la Lyrycal Productions riceve numerose chiamate di lavoro per la ragazza la cui performance sembra aver riscosso un certo successo. L’obiettivo appare raggiunto e tutto sembra filare liscio finché Miho, nel tornare a casa piena di regali fra le mani, si dimentica per strada lo zainetto con dentro il blocco e la penna magica. La bambina pur cercando l’oggetto smarrito per una giornata intera, sarà costretta alla fine a rinunciare e a disdire tutti gli impegni che aveva con l’agenzia, facendo così scomparire Lala proprio alla sua ribalta ufficiale. Nessuno è in grado di capire il misterioso gesto e la scomparsa della ragazza che ormai risulta irraggiungibile anche al cellulare regalatole all’inizio della storia.Fancy Lala-CARTONI-ANIMATI

Quella notte stessa Miho, disperata, chiede a Pig e Mog di provare a ricreare i due oggetti magici proprio come avevano fatto la prima volta: il risultato sarà la scomparsa dei due folletti che verranno risucchiati dal loro stesso vortice di luce da cui tutto era iniziato. Il giorno seguente Miho, a metà fra l’incredulo e lo smarrito, decide di recarsi alla Lyrical Production per dare in qualche modo un ultimo doloroso saluto a tutto lo staff. Al tramonto la bambina reincontra per l’ultima volta anche Mr. Mistero il quale spiegherà a Miho che Pig e Mog esistono in ogni tempo, come lei stessa d’altronde, nonostante adesso sia rimasta apparentemente da sola. Aggiunge inoltre che i poteri magici vengono vissuti dalle persone in maniera diversa a seconda delle persone stesse: c’è chi ne è travolto, chi ne abusa fallendo, chi li usa una sola volta pensando che non gli serviranno e infine c’è chi li perde, come nel suo caso.

È così che si congeda da Miho quello strano signore che si scoprirà essere stato conosciuto da bambino anche dal visagista di Lala che, incontrando la bambina per strada e riconoscendone la vera identità sfiorandole i capelli, le confiderà del segreto, confermandole che lei stessa diventerà Lala in pochi anni vivendo senza fretta la sua adolescenza.

 

This entry was posted in Cartoni animati ITALIA 1 and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>